Villa di Campagna – Quinto Vicentino (Vicenza)

 

In questo intervento, l’impegno progettuale, come sempre alimentato da irrinunciabili principi architettonici di proporzione ed equilibrio, si è perlopiù concentrato nel far coesistere elementi della contemporaneità, con elementi della tradizione. Nella successione degli spazi, si alternano così grandi vetrate, profili in acciaio e arredi hi-tech, a pilastri in mattoni di recupero lavorati a faccia-vista, solai in legno e vecchie grate in ferro battuto…

 

Una cura particolare è stata rivolta alla ricerca di elementi in pietra, provenienti da demolizioni di antiche case o ville sei-settecentesche; esternamente, si va dalla cornice del portale d’ingresso sulla facciata sud, al terrazzino soprastante con parapetto originale in ferro battuto; mentre all’interno, rispettivamente nel salottino e in sala da pranzo, trovano collocazione un autentico caminetto settecentesco in marmo e due grossi massi di trachite, probabilmente facenti parte di una antico selciato romano, che inseriti nel muro a sbalzo vanno a formare il pianale del camino grande.

 

Da sottolineare anche la scelta dei pavimenti: legno di rovere al piano superiore, che ospita la zona notte; pietra levigata al piano terra nella zona cucina-pranzo-salottino; cubetti di porfido nel soggiorno, che, “proseguendo” all’esterno nel portico, nei marciapiedi e nella zona solarium accanto alla piscina, contribuiscono ad “unire” i vari spazi,rendendo questa parte della casa un unico grande ambiente, dove l’interno diventa l’esterno e viceversa, in un continuum di vedute verso la splendida campagna circostante… TF

Categoria

Architettura